Minerali e Gemme  





Glossario di mineralogia

ABITO

Aspetto di un cristallo determinato dall'unica forma cristallina presente oppure dalla forma che presenta maggiore sviluppo rispetto ad altre.

ACCESSORI

Componenti minerali presenti in un determinato tipo di roccia, quantitativamente subordinati ai componenti principali (minerali essenziali).

ACICULARI

Cristalli ad abito allungato, aghiformi.

ALLOCROMATICO

Minerale la cui colorazione dipende da cause diverse.

AMORFO

Minerale non cristallino, cioè privo di disposizione atomica ordinata.

ANALIZZATORE

Secondo polarizzatore presente in un microscopio da mineralogia.

ASSOCIAZIONE DI MINERALI

Minerali accresciuti insieme.

ASTERISMO

Fenomeno luminoso che si osserva in alcuni cristalli (rubino, zaffiro, almandino), dovuto a linee di accrescimento o ad impurezze disposte in striature regolari all'interno dei cristalli, che riflettono la luce incidente formando una stella a sei punte, detta asteria.

BACILLARE

Che ha forma di un prisma allungato, più o meno profondamente striato.

BlRIFRANGENZA

La differenza fra il valore maggiore e il valore minore dell'indice di rifrazione in
gemme birifrangemi.

BOLLOSA

Tipica tessitura di rocce ricche di gas in cui si formano cavità tondeggianti.

BOTROIDALE

Forma simile a un grappolo d'uva.

CAMMEO

Disegno in bassorilievo, attorno al quale viene asportata parte del materiale.

CAPPELLACCIO

Porzione superficiale di un giacimento minerario contenente ossidi, carbonati e altri minerali secondari che si sono formati per alterazione.

CARATO

Unità di peso utilizzata per le gemme: un carato è pari a un quinto di grammo.

CATIONE

Ione positivo, così detto poiché nel processo di elettrolisi i cationi si dirigono verso il catodo.

CINTURA

Linea perimetrale di una gemma tagliata, dove la corona incontra il padiglione.

CLASTICO, GIACIMENTO

Accumulo di materiali detritici proveniente dall'erosione di rocce preesistenti. Può essere sciolto, incoerente o cementato.

COLLOIDALE

Relativo a, che ha le proprietà di un colloide.

COLLOIDE

Miscuglio eterogeneo gassoso, liquido o solido, costituito da due fasi, una dispersa e l'altra disperdente.

COLONNARE

Tipo di abito nel quale il cristallo si accresce con la forma dì una colonna (prisma allungato).

CONCREZIONARE-ZONATA, STRUTTURA

Si dice di un minerale che presenta zone disposte a fasce, di colorazione o di composizione diversa.

CORONA

Parte superiore di una gemma.

CRIPTOCRISTALLINA

Struttura di un minerale nel quale i cristalli sono così piccoli da non essere visibili al microscopio.

CRISTALLO

Solido avente una struttura atomica interna regolare e una forma esterna poliedrica.

DEPOSITI ALLUVIONALI

Concentrazione di materiale depositato in sedimenti da fiumi e torrenti.

DEPOSITO EVAPORITICO

Roccia sedimentaria risultante dall'evaporazione di fluidi mineralizzati, generalmente acqua di mare.

DEPOSITO PRIMARIO

Materiale presente nella roccia originaria.

DEPOSITO SECONDARIO

Gemme o minerali che sono stati separati dalla roccia originale e rideposti altrove.

DIAGENESI

Complesso di trasformazioni chimico-fisiche che avvengono in un sedimento dopo la deposizione.

DIFFRAZIONE

Separazione della luce bianca nei colori spettrali che la costituiscono quando questa passa attraverso un foro o un reticolo.

DISPERSIONE

Separazione della luce bianca nei colori spettrali che la costituiscono quando questa passa attraverso una superficie inclinata, come quella di un prisma o di una gemma. La dispersione nelle gemme viene chiamata fuoco.

DOPPIA RIFRAZIONE

Fenomeno per il quale ciascun raggio di luce viene sdoppiato in due raggi quando attraversa un minerale non appartenente al sistema cubico. Ciascun raggio viaggia a diversa velocità e ha il proprio indice di rifrazione.

DRUSA

(Dal tedesco Druse = incrostazione).Gruppo di cristalli dotati di facce, terminati a un'estremità e, radicati con l'altra a una matrice rocciosa.

DUREZZA

Resiste alla scalfittura.

FACCE

Superfici piane che costituiscono l'abito esterno di un cristallo.

FACCETTATURA

Taglio e politura della superficie di una gemma in faccette.

FELTRATO

Cristalli fittamente intrecciati come la trama di un feltro.

FILARI

Disposizioni ordinale di periodi.

FILONE

Intrusione discordante, a forma tabulare e sezione lenticolare che si forma per riempimento di fratture da parte di magmi, soluzioni pneumatolitiche o idrotermali.

FRATTURA

Scheggiatura o rottura di un minerale in modo irregolare.

FUMAROLA

Manifestazione vulcanica secondaria con abbondanti e, talvolta, violente emissioni di gas e vapori.

GANGA

Minerali costituenti la porzione economicamente non interessante di un giacimento minerario.

GEMMA

Materiale ornamentale, di solito un minerale, apprezzato per la propria bellezza, durevolezza e rarità.

GEMMA COMPOSITA

È costituita dalla giunzione di due o più parti (doppietta, tripletta...).

GEMMA ORGANICA

Gemma che si forma o deriva da organismi viventi.

GEMMA SINTETICA

Gemma prodotta dall'uomo, avente composizione chimica e proprietà fisiche analoghe a quelle del corrispondente naturale.

GEODE

Cavità di dimensioni variabili, presente in una roccia. Generalmente di forma tondeggiante, tappezzata da cristalli ben formati o da concrezioni.

GIACIMENTO METALLIFERO

Roccia che contiene minerali di metalli utili.

GIACITURA

Disposizione spaziale di uno strato, di un corpo geologico (per esempio filone e plutone), di un giacimento.

GREISEN

Roccia di origine magmatica che è venuta a contatto con fluidi ricchi di fluoro, subendone l'azione chimica.

GREZZO

Termine usato per descrivere una roccia o un cristallo ancora nel suo aspetto originale, prima di essere faccettato o lucidalo.

IDIOCROMATICO

Minerale che ha una colorazione propria.

IDROTERMALE

Si riferisce a un processo di deposizione di minerali da un fluido acquoso di derivazione magmatica.

IMITAZIONE

Materiale che assomiglia esteriormente alla gemma che si vuole imitare, ma che possiede diverse proprietà fisiche.

INCASSANTI

Rocce entro cui viene iniettato un magma.

INCLUSIONE

Sostanza estranea, solida, liquida o gassosa presente all'interno di un cristallo. Le inclusioni solide sono costituite da cristalli compresi in altri di natura diversa. Le inclusioni liquide sono generalmente formate da acqua pura, acqua salata e biossido di carbonio liquido e contenenti una bolla gassosa mobile. Le inclusioni gassose possono essere composte da azoto o biossido di carbonio, idrogeno e carburi d'idrogeno, rispettivamente se la pressione alla quale si sono formati i cristalli era bassa o elevata.

INDICE DI RIFRAZIONE

Misura del rallentamento di un raggio di luce quando entra in una gemma.

INTAGLIO

Modello nel quale il soggetto viene tagliato più basso rispetto alla superficie attorno a esso.

INTRUSIVA

Roccia ignea solidificata all'interno della crosta terrestre.

IRIDESCENZA

Riflessione della luce che da origine a un gioco di colori tipo arcobaleno.

ISOTROPI

Corpi nei quali le proprietà fisiche non variano al mutare della direzione.

LAMELLARE

Abito di un cristallo piatto, sottile, simile a una lamella.

LAPIDARIO

Artigiano che taglia e polisce le gemme.

LAVA

Magma che raggiunge la superficie terrestre con dispersione in atmosfera di gran parte dei componenti volatili. Presenta temperature comprese tra 800 e 1.200 °C circa e viscosità variabile.

LENTE

Massa rocciosa o ammasso di minerali variamente estesi in lunghezza e larghezza, con spessore decrescente dal centro ai margini.

LITOCLASI

Frattura presente in una massa rocciosa determinata da fenomeni tettonici di dislocazione.

LITOSFERA

Involucro esterno del globo terrestre costituito da rocce solide.

LUCENTEZZA

Bagliore di una gemma dovuto alla riflessione della luce sulla superficie.

MAGMA

Massa fusa, a costituzione essenzialmente silicatica, contenente anche componenti volatili.

MAMMELLONARE

Superficie più o meno tondeggiante di concrezioni minerali.

MASSIVO

Termine utilizzato per descrivere masse compatte di piccoli cristalli.

MATRICE

La roccia nella quale si trova la gemma.

METAMITTICO

Si riferisce a un reticolo che è collassato passando da uno stato cristallino a quello amorfo, per la presenza di elementi radioattivi.

MICROCRISTALLINA

Roccia strutturata con cristalli distinguibili solo al microscopio. Il diametro dei cristalli è compreso tra 0,01 e 0,2 millimetri.

MINERALI

Materiali inorganici naturali aventi una composizione chimica costante e una struttura atomica interna regolare.

OOLITE

Granulo di forma subsferica, di dimensioni inferiori a 2 mm, costituito da un nucleo minerale od organogeno rivestito da strati concentrici di varia natura, con struttura spesso fibroso-raggiata.

OOLITICO

Contenente ooliti.

OPALESCENZA

Riflessione e diffusione lattescente della luce.

ORDINAMENTO ATOMICO

Disposizione ordinata degli atomi.

PADIGLIONE

Parte inferiore di una gemma tagliata, al di sotto della cintura.

PARAGENESI

Associazione di minerali che si sono formati in un dato giacimento minerario, in seguito al medesimo processo minerogenetico.

PEGMATITE

Roccia ignea formatasi dal liquido residuale di un magma in raffreddamento, spesso costituita da grossi cristalli.

PERIODO

Regolare spazio vuoto che separa le molecole chimiche.

PESO SPECIFICO

Rapporto tra il peso del materiale e quello di un ugual volume di acqua.

PIACER

Deposito (secondario) con minerali concentrati, generalmente in fiumi o mari.

PICNOMETRO

Recipiente usato per determinare direttamente il peso specifico dei minerali.

PIROCLASTICO

Materiale solido (ceneri, lapilli, blocchi, bombe vulcaniche) eruttato dai vulcani e roccia sedimentaria costituita da tale materiale.

PISOLITE

Granulo subsferico o sferico, di dimensioni superiori ai 2 mm, costituito da un nucleo e da un involucro a strati concentrici.

PISOLITICO

Contenente pisoliti.

PLACERS

Giacimenti clastici alluvionali o marini.

PLEOCROICO

Termine usato per descrivere una gemma che appare con due o più colori (dicroica o tricroica) differenti se osservata da differenti direzioni.

POLARIZZATORE OTTICO

Dispositivo atto a produrre luce polarizzata, nella quale le vibrazioni si compiono in un solo piano che contiene la direzione di propagazione.

POLICRISTALLINO

Si riferisce a un minerale costituito da numerosi piccoli cristalli.

POLICROMATICO

Utilizzato per descrivere un singolo cristallo costituito da zone con diversa colorazione.

PRISMATICO

Abito nel quale le facce verticali di un cristallo formano un prisma.

PSEUDOMORFO

Minerale che si presenta con l'abito di un altro.

RlFRATTOMETRO

Strumento utilizzato per misurare l'indice di rifrazione di una gemma.

RIFRAZIONE

Deviazione della luce al passaggio dall'aria a un diverso mezzo ottico.

ROCCE IGNEE

Rocce formatesi da lava vulcanica eruttata o magma solidificato.

ROCCE METAMORFICHE

Rocce che sono state modificate da cambiamenti dì temperatura o di pressione, in modo da formare rocce diverse costituite da nuovi minerali.

ROCCE SEDIMENTARIE

Rocce formatesi dal consolidamento e dalla cementazione di frammenti di roccia, resti organici o altro materiale.

SCALA DELIA DUREZZA DI MOHS

Valori della durezza di un minerale in relazione a quella di altri minerali.

SCISTO

Roccia che presenta scistosità.

SCISTOSITÀ

Proprietà caratteristiche delle rocce metamorfiche di suddividersi facilmente lungo piani paralleli, grazie alla disposizione dei componenti minerali.

SETTILE

Che può essere tagliato. Alcune rocce e minerali si possono tagliare con una lama.

SKARN

Rocce metamorfiche di contatto ricche di ferro.

SOFFIONE

Manifestazione vulcanica secondaria caratterizzata da violente emissioni di vapori contenenti gas, acidi e sali, a temperature comprese tra 120 e 200 °C. Le emissioni provengono da fenditure naturali del terreno o da perforazioni.

SOLFATARA

Emissione da condotti e fenditure del suolo di gas e vapori caldi di origine vulcanica a temperature di circa 150 °C. Attorno ai punti di emissione (le cosiddette "bocche"), generalmente sublima lo zolfo.

SPETTRO DI ASSORBIMENTO

Linee o bande scure variamente distribuite, nella sequenza dei colori della luce bianca, visibili mediante l'osservazione di una gemma allo spettroscopio.

SPETTROSCOPIO

Strumento utilizzato per l'osservazione dello spettro di assorbimento in una gemma.

STRUTTURA

Insieme delle proprietà scalari che formano una roccia (abito cristallino, dimensione, forma e disposizione dei granuli che costituiscono una roccia).

STRUTTURA CRISTALLINA

Struttura atomica interna di un cristallo. Tutti i cristalli possono essere classificati all'interno di sette sistemi, in accordo alla simmetria della loro struttura: cubico, tetragonale, esagonale, trigonale, rombico, monoclino e triclino.

SUBLIMAZIONE

Passaggio diretto dallo stato gassoso allo stato solido e viceversa.

TAGLIO

Termine usato per descrivere il modo in cui una gemma viene faccettata.

TAGLIO A GRADINI

Taglio caratterizzato da una tavola rettangolare e da una cintura con faccette rettangolari parallele.

TAGLIO COMPOSITO

Taglio con tipologia differente tra corona e padiglione; spesso a brillante sopra e a gradini sotto.

TAVOLA

Faccetta centrale sulla corona di una gemma.

TRATTAMENTO TERMICO

Riscaldamento di una gemma con lo scopo di migliorare il colore o la trasparenza.

VARIETÀ

Variazione di forma e colore di una specie mineralogica.

VETROFIRICA

Tessitura dovuta a grossi cristalli immersi in una pasta di fondo vetrosa.

VETTORIALI, PROPRIETÀ

Proprietà fisiche variabili con la direzione.

VOLATILI

Componenti gassosi di un magma. In un magma, la quantità dei componenti volatili varia dal 2 all'8% del volume.

VULCANO

Punto della crosta terrestre dal quale possono uscire lave, materiali piroclastici, gas e vapori. I vulcani possono essere subaerei o sottomarini.


MineralieGemme.com © 2008 - Minerali e gemme da collezione